Offerte di finanziamento per over 60: le migliori soluzioni di mutuo per gli over 60 nel 2021

Indice dei contenuti

Avete più di sessant’anni e avete bisogno di richiedere un prestito per ottenere della liquidità che vi permetta di far fronte a spese impreviste per l’acquisto di una casa? Oggigiorno avete a disposizione diverse possibilità e, rispetto al passato, ottenere un prestito risulta molto più facile, grazie alle offerte di finanziamento per over 60 di cui parleremo all’interno di questa guida.

I prestiti per i pensionati

Solitamente, chi ha più di 60 anni è in pensione o sta per raggiungere questo traguardo. Gli over 60, oggigiorno hanno uno stato di salute e una prospettiva di vita molto più lunga rispetto a quelli di qualche decennio fa, per cui spesso si pensa al futuro in termini molto più rilassati e si ha voglia di concedersi un viaggio, oppure la possibilità di poter acquistare o ristrutturare casa per godersi il riposo dopo tanti anni di sacrifici sul lavoro.

Se non avete la liquidità necessaria per far tutto questo o se semplicemente non avete intenzione di utilizzare i risparmi di una vita, potete tranquillamente richiedere un prestito, anche perché oggi i finanziamenti per over 60 vengono erogati senza particolari problemi, a meno che non superiate i 75 anni, nel qual caso diventa più complicato, anche se non impossibile.

Inoltre, dovrete possedere un reddito dimostrabile e dimostrare di risiedere in territorio italiano. Molto semplice, no? Andiamo a vedere quali soluzioni avete a disposizione, in modo che possiate metterle a confronto e scegliere quella che meglio si adatta alla vostra situazione e alle vostre esigenze.

La cessione del quinto

Indubbiamente, la soluzione maggiormente diffusa in Italia per venire incontro alle esigenze di finanziamento per over 60 è la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Mediante la cessione del quinto, destinerete una parte dello stipendio o della pensione (massimo il 20%) alla copertura del finanziamento richiesto.

Stiamo parlando di finanziamenti a tasso fisso studiati appositamente per dipendenti a tempo indeterminato ed ex dipendenti del settore pubblico ma anche privato.

Se poi siete lavoratori dipendenti, potete accedere anche al prestito con delega, che vi permette di ottenere un prestito che può raggiungere i 2/5 dello stipendio. Tale soluzione non si può applicare a chi percepisce una pensione.

La cessione del quinto per pensionati

Se avete più di 60 anni e siete pensionati, potete richiedere una cessione del quinto, ma questo sarà possibile solo se la data di scadenza del prestito coincida o sia minore con il compimento del vostro novantesimo anno di età. Tuttavia molte finanziarie, visto l’alto rischio che la somma prestata non possa rientrare nelle sue casse, stabiliscono il limite intorno gli 85 anni di età.

Solitamente, la somma finanziata non supera i 50.000 euro e la durata del piano di ammortamento è di dieci anni. Insieme alla cessione del quinto, le banche e gli istituti di credito vi chiederanno di stipulare una polizza vita, per tutelarsi dal rischio di morte prematura. In questo caso, la restante parte del debito sarebbe coperta dall’assicurazione, e voi potete star tranquilli non lasciare eventuali debiti ai vostri eredi.

Ovviamente, la somma potrebbe non bastare se l’immobile da acquistare, unito ai risparmi che potete aggiungere, ha un valore superiore al totale che potreste racimolare.

E allora come fare?

Il prestito vitalizio ipotecario

Se avete bisogno di prestiti che superano i 50.000 euro e non riuscite ad accedere alla cessione del quinto, oppure la somma concessa non è sufficiente per accendere il mutuo, potete provare a richiedere un prestito vitalizio ipotecario.

Si tratta di una soluzione finanziaria rivista recentemente con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 22 dicembre 2015, n. 226 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 38 del 16 febbraio 2016, in attuazione dell’articolo 1, legge 2 aprile 2015, n. 44.

Il prestito vitalizio vi verrà concesso se rispettate i seguenti requisiti:

  • Avete più di 60 anni di età
  • Avete la possibilità di ipotecare un immobile che non abbia già delle iscrizioni ipotecarie.

L’importo concesso varierà in base alla vostra età e sarà compreso tra il 15% e il 50% del valore dell’immobile.

Se optate per questa soluzione, possedendone i requisiti, dovete prevedere anche che, in caso di decesso, saranno i vostri eredi a dover restituire – totalmente o parzialmente – il capitale residuo e gli interessi.

Se gli eredi dovessero rifiutarsi di saldare il debito residuo, la banca potrebbe rivalersi sull’immobile ipotecato per recuperare la somma necessaria a saldare il debito. Qualora dovessero esserci delle eccedenze, ne avrebbero diritto gli eredi del mutuatario.

Quale migliora offerta?

Da quanto detto è ovvio che, al momento, la migliore offerta di finanziamento per over 60 è indubbiamente la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, in quanto è quella più semplice da ottenere, facile da gestire e che offre le migliori garanzie a banche e finanziarie.

Se però avete più di 60 anni ma non siete lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato e avete un immobile libero da ipoteche, potete scegliere il prestito vitalizio. In questo caso, il prestito vitalizio potrebbe davvero essere la soluzione migliore di mutuo per gli over 60.

Come vedete, anche per gli over 60 ci sono ottime possibilità di ottenere un prestito per avere della liquidità. Se poi decidete di richiederlo online, le procedure sono molto più snelle e veloci, e potrete ottenerlo in tempi solitamente molto più brevi di quelli previsti da banche e finanziarie fisiche.